Riduttore di pressione bombola a gas: a cosa serve e come funziona

regolazione pressione bombola gas casa

Il riduttore di pressione installato sulla bombola del gas permette di regolare la pressione del gas che circola dalla bombola all’apparecchiatura di destinazione finale.
Vediamo come funziona, come si monta e si regola un riduttore per la bombola del gas.

Riduttore di pressione bombola del gas: come funziona

La bombola del gas è fornita di un riduttore di pressione che ha il compito di abbattere la pressione all’interno della bombola, per mantenerla sempre al livello ottimale.

Il gas viene compresso nella bombola mediamente tra i 150 e i 200 bar. Quando il gas viene erogato, però, la pressione deve essere nettamente inferiore; questa riduzione avviene tramite il riduttore, che regola la pressione del gas ad un livello sicuro per utilizzare le apparecchiature domestiche.

Il riduttore è composto da due manometri:

  1. il primo è il manometro dell’alta pressione che indica la pressione del gas nella bombola,
  2. il secondo è il manometro della bassa pressione che indica il valore della pressione quando viene ridotta.

Esistono vari generi di riduttori, differenti per caratteristiche di assemblaggio, per compatibilità con il tipo di gas presente nella bombola e con le dimensioni della bombola stessa. I riduttori possono essere in acciaio inossidabile, in ottone cromato, monostadio o doppio stadio, a soffietto o a membrana.
Per scegliere il riduttore più idoneo alla propria bombola, occorre assicurarsi che sia compatibile per il tipo di gas e il materiale della bombola; è importante, inoltre, che abbia la corretta pressione di uscita per l’apparecchio a cui è destinato, in caso contrario potrebbero sorgere dei rischi legati alla pressione.

Riduttore di pressione: come regolare la pressione

Per collegare la bombola alle apparecchiature da rifornire, come ad esempio una cucina, occorre che la pressione del gas venga diminuita tramite il riduttore.
La prima camera del riduttore provvede a ridurre la pressione del gas a circa 1,5 bar, mentre la seconda camera permette di ridurre ulteriormente il gas a 30-40 mbar, la pressione adeguata a servire le apparecchiature domestiche.

Per regolare la pressione, bisogna aprire la bombola girando la manopola in senso orario, l’operazione deve essere svolta lentamente per evitare variazioni improvvise di pressione. In questa fase si deve utilizzare il regolatore per impostare la pressione di uscita del gas, un valore che deve essere regolato secondo quanto specificato dalle istruzioni dell’apparecchio.
Riaperte le valvole, il gas verrà quindi erogato dal tubo di alimentazione verso l’apparecchiatura collegata, in totale sicurezza.

Riduttore di pressione bombola del gas: come montarlo sulla bombola

Il riduttore deve essere montato su una bombola completamente piena, collocata in posizione diritta e stabile e collegata all’apparecchio da alimentare. Al momento del montaggio, bisogna controllare che la guarnizione applicata sia nuova, perché una guarnizione usata e schiacciata potrebbe causare delle perdite. La presenza della guarnizione è, infatti, essenziale per sigillare il condotto tra la bombola e il tubo esterno, poiché la sua mancanza potrebbe essere causa di perdite molto pericolose.

Per montare correttamente il riduttore sulla bombola seguire questi passaggi:

  • assicurarsi che i rubinetti del gas siano completamente chiusi,
  • verificare che la bombola sia collegata con l’apparecchio da alimentare,
  • rimuovere il cappuccio di protezione del volantino della bombola, assicurandosi che non siano presenti fiamme libere nella zona di lavoro,
  • avvitare il riduttore, accertandosi che l’estremità della bombola e il riduttore si avvitino perfettamente e senza forzature.

Il riduttore va avvitato in senso antiorario sulla bombola, prestando attenzione a non stringere il dado troppo forte, ma assicurandosi che ci sia una buona connessione.
A questo punto, si può effettuare una prova di tenuta: aprendo solo la valvola della bombola, si deve passare una soluzione di acqua saponata sulla connessione e verificare che non si creino bolle. Dopodiché si può procedere ad avvitare ben saldo il dado del riduttore.


Leggi anche: Quanto dura una bombola di GPL: come calcolare i consumi

Rifornimento Bombole di Gpl in Friuli Venezia Giulia

Noi della Digas distribuiamo bombole GPL ENI in Friuli Venezia Giulia e nelle province di Venezia e di Treviso, attraverso una rete capillare di 279 Rivenditori Autorizzati. Grazie alla moderna ed efficiente flotta di automezzi siamo in grado di organizzare ogni giorno consegne puntuali ai nostri Rivenditori, per garantire sempre la disponibilità di tutta la gamma di bombole GPL ENI, con capacità compresa tra la piccola da 5 kg e la più grande da 62 kg.

Scopri l’offerta Digas per le bombole a gas

RICHIESTA INFORMAZIONI