Come proteggere le bombole a gas all’esterno: consigli utili

bombola gas collocata all'esterno

L’installazione delle bombole a gas GPL all’esterno, per esempio su balconi e nei giardini, è consentita a condizione che vengano rispettate precise regole indispensabili per avere un impianto sicuro e conforme alle norme antincendio.
Vediamo quali sono le disposizioni e i consigli da seguire per posizionare una bombola di gas all’esterno e per mantenerla sicura e protetta.

Bombola del gas all’esterno: la normativa

La normativa UNI 7131 riporta tutte le regole per il corretto mantenimento della bombola di gas, anche quando è situata all’esterno sul balcone, sul terrazzo o nel giardino.
La bombola deve essere installata e collocata nel rispetto delle regole stabilite dalla normativa vigente, affinché l’installazione possa essere considerata a norma e rispettare tutte le regole di sicurezza e antincendio.
Proteggere le bombole di gas anche quando sono situate all’esterno della propria abitazione significa garantire la sicurezza di tutti gli abitanti della casa.

Di seguito, riportiamo alcune disposizioni ed i consigli sul corretto posizionamento della bombola.

Bombola a gas: il corretto posizionamento

La bombola deve essere collocata correttamente in posizione eretta e deve essere ben ancorata al suolo, così che non possa inclinarsi o rovesciarsi, perché diversamente il gas liquido potrebbe entrare a contatto con la valvola e fuoriuscire, oppure non possa cadere e subire delle ammaccature a causa magari del forte vento.

Anche se installata all’esterno, la bombola deve essere collocata lontana dalle fonti di calore, dalle fiamme libere e dall’alta vegetazione che potrebbe essere causa di innesco di un incendio. Inoltre, l’area deve essere sgombra da foglie secche, rami secchi, erba alta, tende e mobili da giardino che potrebbero rappresentare un rischio di incendio.

Quando è situata su balconi e terrazzi, la bombola deve essere installata lontana dagli elettrodomestici, per evitare che un’eventuale fuga di gas possa entrare a contatto con un fonte di calore o di innesco.

Come proteggere le bombole da sole e intemperie

La bombola posizionata all’esterno deve essere protetta dalle temperature elevate del sole e dalle forti intemperie invernali.
Infatti, la bombola riesce a mantenere la sua integrità strutturale sia a basse temperature sia a temperature elevate, comprese tra i -20° C e i +50° C.
Ma l’innalzamento della temperatura e l’esposizione diretta al sole causano il riscaldamento della bombola e, conseguentemente, possono provocare un aumento della pressione al suo interno.

L’aumento della pressione è altamente rischioso e può causare perdite e fughe di gas, conseguenti alla deformazione o alla rottura della bombola, con elevato rischio di esplosione. Perciò la bombola deve essere collocata in luoghi ombreggiati e lontani dalla luce del sole.
Durante l’inverno, la temperatura all’esterno può essere piuttosto rigida e questo implica l’abbassamento della pressione interna della bombola, che può influire negativamente sulla capacità di erogare gas in modo efficace e quindi sulle sue prestazioni.

Le bombole di gas poste all’esterno devono essere protette dalla neve e dal ghiaccio, che influiscono negativamente sul loro funzionamento, e anche dal contatto con l’acqua che può creare ruggine sulla superficie.

deposito digas di bombole gpl per la distribuzione domestica

Acquistare un contenitore per bombole

La bombola collocata all’esterno può essere protetta dalle intemperie utilizzando dei contenitori o degli armadietti progettati ad hoc per ospitare una bombola di gas.
Questi contenitori sono di solito progettati in metallo e dotati di cinghie o di diversi meccanismi di bloccaggio per mantenere la bombola verticale e impedire l’accesso alle persone non autorizzate. Consentono, anche, di mantenere la corretta ventilazione intorno alla bombola.
Il contenitore permette di non appoggiare la bombola per esempio sull’erba o su qualsiasi superficie potenzialmente infiammabile.

Utilizzare una copertura termica impermeabile

L’esposizione al sole diretto e alle intemperie di una bombola installata all’esterno può essere evitata grazie all’utilizzo di una copertura termica impermeabile.

Questo tipo di coperture impedisce che la superficie della bombola entri a contatto con acqua e neve, mentre l’isolamento termico la protegge dal freddo e dal caldo eccessivo. L’isolamento permette di mantenere la pressione interna della bombola stabile e di evitare pertanto che il gas mantenga la sua naturale capacità di erogazione.

Bombola del gas per una cucina esterna: le regole da seguire

Le bombole vengono spesso utilizzate nelle cucine all’esterno o per il barbecue e devono seguire le stesse regole elencate sopra, con particolare attenzione a posizionare la bombola distante dalle fiamme libere.
Inoltre, bisogna assicurarsi che i tubi e le connessioni siano sicuri, in buono stato e non presentino perdite, per evitare le possibili fughe di gas.

È sempre importante utilizzare un regolatore di pressione adatto a collegare la bombola alla cucina esterna, indispensabile per fornire la corretta pressione del gas. Un’eccessiva pressione nell’erogazione del gas può essere provocata anche da guarnizioni o connessioni difettose del regolatore stesso, che provocano un afflusso di gas non ottimale.

Bombola del gas all’esterno: altri consigli utili

Per avere una bombola sempre a norma bisogna verificare le normative locali e le leggi riguardanti l’uso e l’installazione della bombola sul terrazzo o in giardino.
Il controllo regolare della pressione della bombola unitamente alla sua manutenzione permettono di scoprire subito perdite, ruggine o danni visibili. Le bombole danneggiate o compromesse devono essere immediatamente sostituite.

È importante che la bombola presenti l’etichettatura corretta e che sia chiaramente riportata la segnaletica adeguata con le regole da seguire in caso di emergenza. Sull’etichetta è riportata anche la capacità massima della bombola che non deve essere mai superata in fase di riempimento dagli stabilimenti autorizzati.

Rifornimento Bombole di Gpl in Friuli Venezia Giulia

Noi della Digas distribuiamo bombole GPL ENI in Friuli Venezia Giulia e nelle province di Venezia e di Treviso attraverso una rete capillare di oltre 280 Rivenditori Autorizzati.
Grazie alla moderna ed efficiente flotta di automezzi siamo in grado di organizzare ogni giorno consegne puntuali ai nostri Rivenditori, per garantire sempre la disponibilità di tutta la gamma di bombole GPL ENI, con capacità compresa tra la piccola da 5 kg e la più grande da 62 kg.

Contattaci per scoprire il Rivenditore autorizzato più vicino a te

RICHIESTA INFORMAZIONI