GPL per aziende, tutti i vantaggi e le agevolazioni fiscali

Per le aziende che intendono utilizzare il GPL nei propri processi produttivi, per il riscaldamento e per la produzione di acqua calda sanitaria, lo stato italiano mette a disposizione delle agevolazioni sull’acquisto e sull’installazione delle caldaie per conseguire il rinnovamento dell’impianto.

Inoltre, le aziende situate nelle zone non metanizzate hanno inoltre il diritto di usufruire di una accisa agevolata al 10% sull’acquisto del GPL (quindi con riduzione del 90% dell’accisa gravante sul GPL ad uso combustione), poiché non possono aver accesso alla rete nazionale di distribuzione del metano.

Digas fornisce GPL Eni per le aziende del Friuli Venezia Giulia e delle province di Venezia e Treviso, per la produzione di acqua calda sanitaria, per il riscaldamento e per impiego nei processi produttivi.
Scopri la fornitura GPL per le Aziende Digas

Quali aziende rientrano nelle zone non metanizzate

Le zone definite non metanizzate sono territori non serviti dalla rete nazionale del metano.
All’interno delle zone non metanizzate rientrano principalmente luoghi di montagna, terreni impervi o frazioni lontane dai centri abitati, che per diversi motivi non possono essere raggiunte dal gasdotto nazionale.

Al di fuori del centro abitato, vengono definite non metanizzate quelle zone che per esempio sono poste ad almeno 70 metri dalla conduttura del gas metano più vicina. I criteri per definire l’appartenenza o meno alle zone non metanizzate sono stabiliti da ciascun Comune e pertanto possono variare.

Le aziende che operano nelle zone non metanizzate hanno diritto ad agevolazioni e sgravi fiscali per acquistare il GPL come combustibile alternativo al metano.

stabilimento produzione alimentare industria

Agevolazioni GPL per le aziende

La principale agevolazione a cui hanno diritto le aziende è il “Superbonus Caldaia” previsto dal Decreto Rilancio, con il fine di incentivare la sostituzione della caldaia con modelli più sostenibili, come il GPL, e con efficienza pari alla classe A.

L’agevolazione prevede lo sconto del 110% delle spese sostenute dall’azienda per l’installazione di un nuovo impianto di riscaldamento. Per le aziende è possibile usufruire di questo bonus fino al 31 dicembre 2023.

Le aziende che operano nel settore agricolo possono inoltre accedere all’IVA agevolata sull’acquisto del GPL, con una riduzione dell’imposta dal 22% al 10%.

Pertanto le aziende che possono accedere a questa agevolazione sono solo le Aziende agricole, quindi quelle che utilizzano il GPL per la produzione agricola.
Tali aziende dovranno essere collocate in una zona non metanizzata e per accedere alla detrazione potranno richiedere agli uffici del Comune di riferimento l’attestazione che certifichi la collocazione dell’azienda in tale zona.

Come accedere alla detrazione IVA al 10% sul GPL

Per presentare la domanda e ottenere il GPL con IVA agevolata al 10% occorre prima di tutto assicurarsi che la propria azienda sia localizzata in una zona non metanizzata.

Questa operazione può essere effettuata inoltrando una richiesta scritta al Comune o si può richiedere di consultare la lista degli edifici e delle zone non metanizzate presso gli uffici del Comune di appartenenza.

Inoltre, bisognerà presentare i seguenti documenti:

  • Dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà: compilata con i dati del rappresentante legale dell’azienda, l’indirizzo dell’utenza e i dati dell’azienda fornitore di GPL;
  • Copia del Certificato CCIA dell’azienda, l’iscrizione alla Camera di Commercio;
  • Copia del Certificato di attribuzione della Partita Iva dell’azienda;
  • Documento d’identità in corso di validità.

La dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà è il documento con cui si dichiara il diritto ad usufruire dell’agevolazione; è un documento che generalmente non ha scadenza se non viene revocato dal firmatario o ci sono variazioni sulle attività dell’azienda.

Compilati i moduli, scaricabili sul sito del comune di riferimento, occorre consegnare tutta la documentazione al fornitore di GPL con cui si è stipulato il contratto.

Sarà il fornitore ad applicare lo sconto e inoltrare la domanda all’Agenzia delle Dogane per ricevere il rimborso.

Distribuzione di GPL per aziende Digas

Digas offre tutti i servizi necessari per la fornitura del GPL e per la realizzazione degli stoccaggi necessari per le industrie e per le aziende agricole del Friuli Venezia Giulia e delle province di Venezia e Treviso.

Il GPL distribuito ha un’efficienza altissima e alto potere calorifico, e le agevolazioni fiscali previste per le aziende rendono il GPL uno dei migliori combustibili per risparmiare sulla spesa energetica.

Scopri la fornitura GPL per le Aziende Digas

RICHIESTA INFORMAZIONI