Come impostare correttamente la caldaia GPL per risparmiare

termosifone con valvole termostatiche

Regolare correttamente la caldaia durante la stagione invernale è una pratica fondamentale per mantenere basso il consumo di GPL e i costi in bolletta. Adottare alcuni semplici accorgimenti permetterà di avere una casa correttamente riscaldata con una significativa riduzione dei consumi di gas, specialmente quando si ha un impianto a condensazione.
Vediamo quali sono le azioni da compiere per impostare correttamente la caldaia GPL.

Digas distribuisce GPL ad uso domestico  per le famiglie del Friuli Venezia Giulia e per le province di Venezia e Treviso.
Scopri l’offerta Digas per la fornitura GPL per il riscaldamento domestico

Come regolare la caldaia: lasciarla sempre accesa

La caldaia consuma una maggior quantità di combustibile nella fase di accensione per arrivare velocemente alla temperatura impostata.

Una volta raggiunta tale temperatura, la caldaia inizierà a modulare la potenza e a consumare meno combustibile; circa due ore dopo l’accensione, l’ambiente inizierà ad essere correttamente riscaldato con un consumo minimo di combustibile.

Lasciare in funzione la caldaia in maniera più costante, senza accensioni intermittenti e brevi, permette di mantenere la temperatura costante all’interno della casa e di consumare meno gas.

Accendere e spegnere più volte la caldaia durante il giorno significa dover riscaldare nuovamente un ambiente freddo, con il risultato di consumare maggiore energia, ripetendo più volte la fase di accensione, e di sollecitare l’impianto termico.

Mantenere la caldaia sempre accesa consentirà invece di effettuare una minor manutenzione dell’impianto e di ottenere un minor carico di lavoro per i radiatori, perché la caldaia sarà impostata alla minima potenza e si avrà comunque una casa sempre calda.

Impostare la temperatura corretta

Per comprendere quale sia la temperatura corretta da impostare per la caldaia a GPL dobbiamo distinguere fra la temperatura dei termosifoni e quella dell’acqua calda sanitaria.

Di norma, i termosifoni devono essere regolati ad una temperatura compresa tra i 60° C e gli 80° C, per scaldare correttamente le stanze. Nel caso invece dell’impianto a pavimento, per avere un riscaldamento efficiente sarà sufficiente regolare la temperatura tra i 30° C e i 40° C.

L’acqua calda sanitaria deve avere una temperatura compresa tra i 45° C e i 55° C, al fine di essere gradevole ma non troppo calda; impostando una temperatura troppo alta, infatti, si rischia di dover raffreddare successivamente l’acqua con la miscelazione di quella fredda, andando pertanto a costituire uno spreco di energia.

Le caldaie a condensazione di ultima generazione sono in grado di ottimizzare i consumi, regolando acqua e termosifoni alla temperatura ideale in base alla temperatura esterna.

In generale, la temperatura all’interno della casa dovrebbe essere di 18-20° C per mantenere l’ambiente caldo senza aumentare i costi della bolletta; anche un grado in più può far aumentare i consumi del 5-6%.

Come regolare le valvole termostatiche

Le valvole termostatiche si applicano direttamente sui radiatori e permettono di regolare la temperatura di ogni singolo termosifone presente nelle stanze.

La loro installazione permette di risparmiare dal 10% al 30% dei consumi in bolletta e sono state rese obbligatorie dalla legge 102/2014 per i condomìni con il sistema di riscaldamento centralizzato, per poter gestire in autonomia la temperatura in casa.

L’importanza della manutenzione

La manutenzione obbligatoria della caldaia permetterà di allungare il tempo di vita della caldaia e di risparmiare sui costi.

La manutenzione annuale, da effettuare prima della stagione fredda, prevede la pulizia approfondita di tutti i componenti della caldaia per assicurare un impianto efficiente e un riscaldamento ottimale.

Anche la gestione dei termosifoni è importante per risparmiare: è bene evitare di coprirli con tende o asciugamani lasciati ad asciugare, perché questi non permetteranno al calore di irradiarsi in tutta la stanza.

Rifornimento GPL per riscaldamento Digas

Digas rifornisce le famiglie con il miglior GPL Eni per il riscaldamento domestico, operando in tutto il Friuli Venezia Giulia e nelle provincie di Venezia e Treviso.
Insieme al servizio di fornitura, tecnici specializzati intervengono per le operazioni di manutenzione ordinaria della caldaia per garantire sempre le migliori performance dell’impianto di riscaldamento

Scopri l’offerta Digas per la fornitura GPL per il riscaldamento domestico

RICHIESTA INFORMAZIONI